Android: Google rimuove 85 app infette dal Play Store

Play Store

I ricercatori di sicurezza della Trend Micro hanno recentemente scoperto all’interno del Play Store 85 applicazioni Android infettate con un adware. Google ha rimosso tutte le app infette.

Le 85 app di giochi e fotoritocco, scaricate da oltre 8 milioni di utenti sparsi per tutto il mondo, erano in realtà software-adware in grado di visualizzare sui dispositivi infetti fastidiosi annunci pubblicitari a pieno schermo. Ed è proprio la pubblicità la fonte di guadagno per i truffatori che si arricchiscono grazie ai click sull’annuncio pubblicitario“effettuati dall’adware in modalità background“, quindi in modalità silenziosa e senza la necessità di consenso da parte dell’utente.

I ricercatori hanno anche scoperto che le app rimanevano inattive per mezz’ora, dopodiché nascondevano le proprie icone e creavano un collegamento nella schermata iniziale del dispositivo. Questo permetteva all’adware di proteggere l’app dall’eliminazione nel caso l’utente decideva di trascinare il collegamento nella sezione “Disinstalla” dello schermo.

Inoltre tutte le 85 app obbligavano l’utente a visualizzare l’intera durata dell’annuncio pubblicitario prima di poterlo chiudere. Il truffatore poteva stabilire, da remoto, la frequenza con la quale venivano visualizzati gli annunci (il valore predefinito era ogni cinque minuti).

Per evitare di ritrovarsi installato sul proprio dispositivo uno di questi fastidiosi adware, esistono alcuni semplici accorgimenti che possiamo adottare.

  • Gli ultimi dispositivi Samsung Android hanno una funzione che limita la creazione di collegamenti nella schermata principale. Questo può aiutare la disinstallazione del software-adware
  • Nei sistemi Android 8.0 e versioni successive è presente la funzione che chiede la conferma all’utente prima che a un’applicazione sia consentito di creare un collegamento.
  • Leggere le recensioni delle app prima d’installarle è sempre una buona regola, in questo modo possiamo già farci un’idea sulla qualità del software che andremo ad installare sul nostro smartphone.
  • Avere installato un software antivirus non dovrebbe essere più visto come un optional, ma una delle regole principali a cui affidarsi sempre.

Potete visionare la lista delle 85 app infette cliccando QUI 

 

Fonte: Trend Micro

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*