easyJet_hacked

easyJet, attacco hacker: rubati i dati a 9 milioni di passeggeri

La compagnia aerea britannica easyJet vittima di un attacco hacker: rubati i dati personali a 9 milioni di passeggeri.

Lo scorso 19 maggio la compagnia aerea britannica easyJet ha rilasciato una dichiarazione dove afferma d’aver subito una violazione ai propri sistemi IT. L’attacco informatico è avvenuto lo scorso gennaio causando la perdita di dati sensibili di almeno 9 milioni di clienti che hanno volato con easyJet dal 17 ottobre 2019 allo scorso 4 marzo; 2200 hanno anche subito il furto dei dati delle proprie carte di credito.

easyJet ha denunciato l’incidente sia all’Information Commissioner’s Office (ICO) britannico, che al National Cyber ​​Security Centre  (NCSC) e al British CERT. Non appena scoperto l’attacco informatico, la compagnia aerea ha provveduto a chiudere gli accessi non autorizzati verso i propri server. La società non ha voluto fornire dettagli sulla violazione e su come gli hacker siano riusciti ad ottenere l’accesso ai sistemi IT.

Alla BBC un portavoce della compagnia aerea ha dichiarato che “Si è trattata di un’aggressione altamente sofisticata. Ci è voluto del tempo per capire la portata dell’attacco e per identificare chi era stato colpito”.

Non è da escludere che già dai prossimi giorni i cyber-criminali possano mettere in atto campagne di phishing utilizzando i dati sottratti.

“Raccomandiamo ai clienti d’essere prudenti riguardo qualsiasi comunicazione che pretenda di provenire da EasyJet o EasyJet Holidays”, si legge nella nota pubblicata sul proprio sito.

Entro il 26 maggio easyJet avviserà via email tutti i clienti interessati dal furto di dati.

 

Fonte: BBC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *